Comuni serviti

  • Ari è un comune di 1.150 abitanti della provincia di Chieti, a circa 20 km a sud-est del capoluogo. Con una superficie di 11,2 km², è un centro agricolo del Subappennino frentano, situato su uno sperone alla sinistra del torrente Dendalo. Il territorio, tipicamente collinare, varia dagli 81 mt s.l.m. del suo punto più basso ai 368 mt s.l.m. di quello più elevato, mentre il centro storico è posto a circa 290 mt s.l.m.
    Oltre ad alcune piccole frazioni con poche decine di abitanti, la popolazione è divisa abbastanza equamente tra il centro storico con circa 500 abitanti e la frazione di San Pietro con 400 residenti.
    L’economia di Ari è centrata sul settore primario, con attività riguardanti soprattutto la viticoltura e la produzione di olive, cereali e ortaggi. Sono inoltre presenti diverse imprese artigiane.

    Ari
  • Bucchianico è un comune abruzzese della provincia di Chieti, da cui dista 9 km in direzione Sud. Ha una popolazione di circa 5.300 abitanti su un territorio di 38 km², con una densità abitativa, quindi, di 139 abitanti per km². Il centro storico è posto su un colle di 360 mt s.l.m. tra i fiumi Foro e Alento. Il dislivello di Bucchianico risulta in linea con la natura collinare del territorio, spaziando tra i 58 mt e i 409 mt del punto più alto.
    La popolazione, ad eccezione di alcune piccole frazioni e della case sparse che punteggiano l’agro bucchianichese, è raggruppata in massima parte intorno al centro storico e alle zone di più recente urbanizzazione intorno ad esso.
    L’economia di Bucchianico vede una presenza importante dell’agricoltura accanto ad imprese commerciali e artigianali, favorite anche dalla vicinanza con Chieti.

    Bucchianico
  • Canosa Sannita è un comune in Provincia di Chieti, a 26 km dal capoluogo. Con una superficie di 14,10 km², è posta su una modesta altura (230 mt s.l.m.) tra le valli dei torrenti Venna e Sant’Onofrio, tra il massiccio della Maiella e il Mar Adriatico. Insieme ad Arielli, Filetto, Orsogna e Poggio Fiorito, fa parte dell’Unione dei Comuni della Marruccina. Il territorio, di natura collinare, varia dai 65 mt s.l.m. del punto più basso ai 338 mt s.l.m.
    Canosa Sannita, ha una sola frazione, Valle, di poche decine di abitanti, per cui la popolazione, 1.430 abitanti, è concentrata intorno al centro storico e alle nuove aree residenziali gravitanti intorno ad esso.
    L’economia si basa sul settore agricolo: importante è la produzione di vini DOC, olio e frutta da tavola. Canosa Sannita aderisce all’associazione “Città del vino d’Abruzzo”. Esiste, inoltre, una discreta produzione artigianale.

    Canosa Sannita
  • Casacanditella è un comune della Provincia di Chieti, dal cui capoluogo dista 21 km a Sud. Fa parte dell’Unione delle Colline Teatine. Sorge su un colle spartiacque tra il fiume Foro ed il torrente Dendalo. Il territorio del comune è esteso per 12,4 km² su un'area collinare che partendo dai 135 mt s.l.m. del punto più basso sale fino ai 450 mt.
    Casacanditella è ricca di case sparse e frazioni, specie lungo la Val di Foro, per cui solo circa 500 dei 1.300 abitanti sono concentrati sul colle del centro storico.
    L’economia è a carattere prevalentemente agricolo, con la predominanza di olivicoltura e vigneti per la produzione di vino.

    Casacanditella
  • Casalincontrada è un comune italiano di 3.122 abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo. Il comune fa parte dell'Unione delle Colline Teatine.

    Il borgo fu costruito per volontà di Federico II col nome di Castrum Casalis. Il nome tuttavia potrebbe derivare dai De Plesciaco signori francesi dell'antico casale. Il borgo fu in seguito feudo dei Caracciolo da cui fu comprato per 4000 ducati da Giovan Battista del Giudice, gran signore di Amalfi.

    Casalincontrada
  • Crecchio è un comune della Provincia di Chieti, a 30 km a Sud-Est del capoluogo, con una superficie di 19,36 km². E’ compreso all'interno della zona collinare che si estende dalla costa adriatica fino al limite della fascia pedemontana della Maiella. Nella parte Nord-Occidentale, il territorio è solcato dal fiume Arielli e dal torrente Rifago che, nel loro corso, hanno delimitato ed isolato il colle su cui sorge il centro storico. L'altimetria varia da un minimo di 86 mt s.l.m., misurata nella valle dell'Arielli in località Piano di Morrecine (nella parte settentrionale del Comune), ad un massimo di 276 mt s.l.m.
    Crecchio ha una popolazione di 2950 residenti, con una densità di 152,4 abitanti per km². Il centro storico, tuttavia, ospita solo un terzo della popolazione (circa 1.000 abitanti), mentre la gran parte di essa è divisa tra le 20 frazioni e le case sparse che punteggiano il territorio. 
    Nonostante la forte presenza di piccole imprese artigiane, specializzate soprattutto nel settore tessile e dell’abbigliamento, la principale attività di Crecchio rimane l’agricoltura, con un’assoluta predominanza della viticoltura (88% della superficie agricola utilizzata). La vocazione vitivinicola del territorio è ulteriormente testimoniata dalla presenza di due aziende vinicole dove si producono i vini DOC d'Abruzzo. Il Comune è membro dell’Associazione Nazionale Città del Vino.

    Crecchio
  • Il Comune di Fara Filiorum Petri, in Provincia di Chieti, 18 km a Sud del capoluogo, ha una superficie di 14,82 km². E’ situato nel cuore della Val di Foro, con il nucleo del centro storico situato a ridosso di un piccolo ed isolato colle (227 mt s.l.m.) circondato da tre fiumi: il Foro, la Vesola Sant'Angelo e la Vesola San Martino. Il territorio, collinare, varia dai 135 mt s.l.m. ai 438 mt s.l.m.
    La popolazione ammonta a 1950 residenti: 137 abitanti per km². Caratteristica peculiare di Fara Filiorum Petri è quella di avere una popolazione fortemente accentrata intorno al centro storico. Il 68% degli abitanti, ossia più di 1.300, è raccolto intorno al nucleo principale mentre sono soltanto poco più di 600 i residenti nelle varie frazioni e case sparse disseminate sul territorio. 
    L’economia di Fara Filiorum Petri vede una combinazione di agricoltura (vigneti, uliveti e la storica coltivazione delle cipolle), manifattura, con molteplici imprese attive nei settori della metallurgia, del legno e del tessile e turismo.

    Fara Filiorum Petri
  • Compreso nella Provincia di Chieti, il Comune di Miglianico ha 4.870 residenti su un territorio di 22,59 km², per una densità di 217,6 abitanti per km². Il suo territorio si estende tra i fiumi Foro e Venna, ad una distanza di circa 10 km dal litorale Adriatico e 14 km dal capoluogo teatino. L’altimetria varia dai 5 mt s.l.m. ai 230 mt, con il centro posto a 125 mt sul livello del mare.
    Sono presenti tante frazioni piccole o piccolissime (abitate nel complesso da poco più di 1.500 abitanti) sparse sul territorio, accanto ad un centro storico in cui è raggruppato il 70% della popolazione, pari a circa 3.400 persone. Inevitabilmente il centro funge da polo catalizzatore di tutto il Comune.
    La produzione di uva da vino, prevalentemente Montepulciano d'Abruzzo, Sangiovese, Trebbiano, e Chardonnay e quindi di vino, contraddistingue l'economia di questo territorio, dove sono anche presenti attività artigianali ed industriali poste prevalentemente nella Val di Foro. Miglianico fa parte dell’associazione “Città del vino d’Abruzzo”.

    Miglianico
  • Pianella è un comune di 8.538 abitanti della Provincia di Pescara. Dista 14,8 km dal capoluogo adriatico e 8,5 km da Chieti. Ha una superficie di 46 km², risultando, di conseguenza, il quinto comune più grande della Provincia per estensione territoriale e il settimo per numero di residenti. L’altimetria del territorio è compresa da 83 a 283 mt s.l.m. con il centro posto a 235 metri sul livello del mare.
    La maggioranza degli abitanti gravitano intorno al centro storico e sugli assi viari ai suoi piedi. Importanti dal punto di vista demografico sono le frazioni di Cerratina con circa 900 abitanti e di Castellana, con 700 residenti.
    Pianella fonda la sua economia prevalentemente sull'agricoltura (particolarmente apprezzato è il suo olio d’oliva). Inoltre, sono sviluppati i settori della produzione della pasta e della lavorazione delle carni. Il Comune è membro dell’Associazione Nazionale Città del Vino e dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio.

    Pianella
  • Pretoro è un comune della Provincia di Chieti avente una superficie di 26,08 km². Dista 24 km dal capoluogo. Vista la sua collocazione geografica, adagiato sul versante chietino del massicco montuoso della Maiella, Pretoro è caratterizzato da una notevole variazione altimetrica: si passa, infatti, dai 346 mt s.l.m. della frazione di Colle Pagnotto ai 1.300 mt s.l.m. di Passo Lanciano, escludendo la zona di Blockhaus. 
    Il Comune ha 950 residenti, contando quindi una densità di 36,4 abitanti per km². Il centro storico, posto a 560 mt s.l.m., concentra all’incirca il 70% degli abitanti (770 residenti) e presenta una viabilità che risente dell’orografia dei luoghi, con strade e vicoli spesso stretti e tortuosi. La frazione più importante è quella di Crocifisso, con 220 abitanti.
    L’economia di Pretoro si poggia su piccole attività artigianali e sul turismo, attivo sia d’inverno che d’estate, per la vicinanza a frequentate località montane.

    Pretoro
  • Rapino è un comune di 1.330 abitanti della Provincia di Chieti, distante 24 km dal capoluogo. Situato alle pendici del versante nord-orientale della Majella, Rapino è attraversato da torrenti affluenti del fiume Foro, ha una superficie di 20 km². E’ caratterizzato da un notevole dislivello altimetrico in quanto la parte più bassa è a 240 mt s.l.m. mentre la parte montana del territorio raggiunge l'altitudine di 1900 mt, in prossimità del Rifugio Pomilio, in località Majelletta. Il centro principale è posto, tuttavia, a 420 mt s.l.m. Per la maggior parte della sua superficie Rapino fa parte del Parco Nazionale della Majella.
    Rapino ospita, all’interno dei confini comunali, diverse frazioni ma di scarsa consistenza demografica, quindi, la grande maggioranza degli abitanti è raggruppata nel centro storico e lungo i principali assi viari a poca distanza.
    L’economia di Rapino è basata su piccole attività agricole, artigianali e turistiche, favorite dalla presenza del vicino massiccio della Majella.

    Rapino
  • Roccamontepiano, comune della Provincia di Chieti, dista 19 km dal capoluogo. Ha 1.770 abitanti, con una densità pari a 97,2 persone per ogni km². Con i suoi 18,10 km², comprende un territorio in parte montano ed in parte collinare nella fascia pedemontana Nord-Orientale del massiccio della Maiella. La variazione altimetrica è compresa tra i 115 e i 652 mt s.l.m.
    Roccamontepiano è un comune sparso, con sede nella località San Rocco, posta a 500 mt sul livello del mare. Vi sono 21 frazioni, tutte con poche decine di abitanti: la popolazione dell’insieme di tutte le frazioni raggiunge a stento le 650 unità. Conseguenza di ciò è che la maggioranza della popolazione, all’incirca 1.100 abitanti, è raggruppata nella frazione di San Rocco. L’odierno centro si è sviluppato nel XIX secolo, in seguito alla frana del 1765 che distrusse l’antico abitato posto sul Montepiano.
    Le risorse economiche sono rappresentate da imprese artigiane, commerciali e dall’agricoltura.

    Roccamontepiano
  • San Martino sulla Marruccina è un comune della Provincia di Chieti con una popolazione di 950 abitanti e una superficie di 7,25 km², dunque con una densità di 131 persone per km². Presenta un paesaggio tipicamente collinare, con altitudini comprese tra i 156 mt e i 440 mt s.l.m. Fa parte dell'Unione delle Colline Teatine.
    La popolazione è divisa tra il centro storico e le frazioni di Fonte Giardino e Colle di Paolo (circa 400 abitanti complessivamente), oltre alle località minori e alle case sparse sul territorio sanmartinese.
    L’economia di San Martino sulla Marruccina affianca all’agricoltura (viticoltura e vino soprattutto) un certo numero di imprese manifatturiere dei materiali da costruzione e di officine metallurgiche.

    San Martino sulla Marrucina
  • Tollo è un comune di 4.170 abitanti in Provincia di Chieti. Situato 20 km a Est del capoluogo, ha una superficie di 14,88 km². Il territorio è dolcemente collinare, a pochi km dal Mar Adriatico e dai 33 mt s.l.m. raggiunge i 205 mt. Aderisce all’Associazione delle Città del Vino d’Abruzzo.
    La popolazione è in larga parte riunita intorno al centro storico, tuttavia non sono trascurabili, in termini quantitativi, i residenti delle frazioni sparse sul territorio (complessivamente più di 600) e quanti abitano nelle case sparse.
    L'economia si basa sul settore agricolo, in particolare sulla produzione di vini DOC, Montepulciano d'Abruzzo e Trebbiano d'Abruzzo, nonché di uva da tavola. Presente ma meno rilevante la produzione artigianale e industriale. Il turismo è invece fiorente nel periodo estivo, favorito dalla vicinanza sia alla costa che alla montagna e soprattutto per la Rievocazione storica della battaglia tra Turchi e Crociati.

    Tollo
  • Treglio è un comune della Provincia di Chieti di 1.600 abitanti, distante dal capoluogo 38 km, in direzione Sud-Est. Si estende su un piccolo territorio di 4,76 km², una fascia collinare formata da tre alture che digradano dolcemente verso il mare, a 5 km dalla località balneare di San Vito Marina. L’altimetria è compresa tra 52 e 240 mt sul livello del mare. Fa parte dell’Unione dei Comuni “Città della Frentania e costa dei trabocchi”.
    La parte più antica della città è costituita dal centro cittadino posto sul colle centrale dove abitano solo poco più della metà dei tregliesi, mentre le sue contrade (in particolare Paglieroni e San Martino) ospitano circa 700 residenti.
    L’economia di Treglio, tradizionalmente, si regge sulla produzione di grano, uva e olive, nonché sulla trasformazione artigianale di questi prodotti. Negli ultimi decenni, tuttavia, si è avuto un travaso di manodopera nell'industria: sono così venute alla luce molteplici attività industriali, per lo più concentrate nell’insediamento produttivo lungo il tracciato della Provinciale Frentana, in località Paglieroni.

    Treglio
  • Vacri è un comune di 1.675 abitanti della provincia di Chieti e soli 15 km lo separano dal capoluogo teatino. Si trova su una zona collinare, tra i corsi d'acqua del Foro e del Dendalo. Ha una superficie di 12,09 km² e confina con i paesi di Ari, Bucchianico, Villamagna, Filetto e Casacanditella. Il territorio varia da un minimo di 94 mt s.l.m. ad un’altezza massima di 373 mt, mentre il centro cittadino è posto a 310 mt sul livello del mare.
    La grande maggioranza della popolazione è racchiusa nell’abitato principale. Solo poche centinaia di persone abitano le frazioni e le case sparse nel territorio vacrese.
    Come molte altre realtà della provincia teatina, l'economia è caratterizzata dalla predominanza del settore agricolo con le produzioni di cereali, ortaggi, vite, olivo e frutta e floro-vivaistiche. Coesistono anche attività artigianali di trasformazione dei prodotti agricoli e un discreto numero di iniziative commerciali.

    Vacri
  • Il Comune di Villamagna, in Provincia di Chieti, ha 2.400 abitanti distribuiti su un territorio di 12,73 km²: ne deriva, dunque, una densità di 188,85 persone per ogni km². E’ posto a soli 12 km dal capoluogo teatino. Le colline che disegnano il paesaggio vanno dai 65 mt nella valle del fiume Foro ai 328 metri sul livello del mare.
    Gran parte della popolazione si addensa intorno al centro cittadino e sulle più importanti direttrici viarie mentre rivestono un ruolo marginale le frazioni e le case sparse nelle campagne di Villamagna.
    Fra le principali fonti di reddito l'agricoltura, indirizzata alla produzione di cereali, ortaggi, uva e olive, occupa una posizione di tutto rispetto. Di tutto rispetto sono anche l'industria manifatturiera e il commercio, intorno a cui si coagulano la maggior parte delle energie e delle risorse finanziarie dei villamagnesi.

    Villamagna